Emoji: come usarle per il marketing sui social

5 idee per aumentare il coinvolgimento dei fan con simpatiche faccine e immagini
emoji

Che piacciano o meno le emoji, le simpatiche faccine e immagini che utilizziamo tutti i giorni sui social, sono uno strumento sempre più usato dai brand nelle loro campagne di advertising. Il motivo è spiegato da alcune ricerche, come quelle riportate dal sito socialmediatoday, nelle quali emergono alcuni dati su cui riflettere:

  • Su Twitter chi usa emoji ottiene un engagement maggiore del 25,4%
  • Su Facebook chi se ne serve, incrementa i like del 57%, commenti e condivisioni del 33%
  • Su Instagram, quasi il 50% di tutti i commenti e stati contengono emoji.

Socialmediatoday spiega 5 modi per inserire le emoji all’interno di una strategia di marketing. Ecco quali sono.

1. Uso delle emoji: considerazioni generali

Prima di pensare a come usare le emoji all’interno di una strategia di marketing c’è bisogno di partire da alcune considerazione e rispondere ad alcune domande.

Analizza il tuo target e chiediti:

  • Quali sono le emoji che meglio si legano alle caratteristiche del tuo pubblico?
  • Quali sono le emoji che loro già usano e con le quali sono familiari?

Pensa al tuo brand e chiediti:

  • Quali emoji riflettono i valori del tuo brand?
  • Quali emoji ricordano il tuo brand?

Considera poi il messaggio che vuoi trasmettere nella campagna:

  • Qual è il significato delle emoji che vuoi utilizzare?
  • Quanto contribuiscono a rendere chiaro il tuo messaggio?

2. Emoji: usale con moderazione

emoji 1

La sobrietà nell’uso delle emoji può essere determinante. Non è quello che ha fatto il brand Chevrolet quando ha lanciato il modello dell’auto Chevy Cruze nel 2015. Per farlo ha pensato di creare una campagna e anche un comunicato interamente scritto con le emoji. È vero che con questa strategia ha ottenuto un coinvolgimento 18 volte superiore rispetto alle campagne tradizionali. Ma i commenti sono stati perlopiù negativi.

3. Emoji: comprendi il loro reale significato

emoji 2

Uno dei problemi con diverse emoji è che spesso ne fraintendiamo l’uso e il significato. Forse non lo sapevi ma esiste una Emojipedia (hai capito bene!), un dizionario delle emoji che ci aiuta a decodificarle nel modo giusto. È il caso della celebre emoji della pesca che viene più volte associata a significati sessuali, come spiega l’infografica. Quello che un brand deve fare, in questo caso, è accertarsi prima del reale significato dell’emoji e poi poterci anche giocare, come ha fatto un ospedale di New York che ha usato le emoji per promuovere i suoi corsi sull’educazione sessuale.

4. Emoji: legale al tuo brand

Scegli solo quelle emoji che possono richiamare in qualche modo il tuo brand. Qui puoi percorrere due strade: usare quelle già esistenti, come ha fatto il WWF in una sua campagna dedicata alla protezione delle specie in via di estinzione (35mila retweet e 11mila “mipiace”). Oppure crearne alcune proprie, accertandoti prima che vengano “lette” dai diversi sistemi operativi di pc e smartphone. Ci sono diverse app che ti consentono di personalizzare le emoji, come Face4You.

5. Emoji: sbizzarrisci la tua creatività

emoji 4

Ci sono casi di successo di brand che hanno saputo utilizzare le emoji in modo creativo per lanciare una loro iniziativa.  È il caso del lancio di Deadpool che sui social e su alcuni cartelloni pubblicitari ha sostituito le emoji al titolo del film. Il teschio per “dead” e “poo” che è un modo colloquiale per definire le feci.  Il risultato è esilarante, come si vede dall’immagine.

Categorie
Advertising
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close